di Sergio Giuntini  La.Cro.S.S. è un’Associazione, senza fini di lucro, nata nel 2016 con l’obiettivo di far interagire gli ambiti dell’informazione e della ricerca storico-sportiva, che non sempre – in passato – sono riusciti a interloquire proficuamente. Da un lato l’area del giornalismo sportivo, dall’altro quella degli storici dello sport.
In realtà, in uno specifico come lo sportivo, senza cronisti non vi sarebbero storici, risultando la maggior parte delle fonti attraverso cui si fa storia dello sport (in assenza di archivi o nella loro dispersione avvenuta nel tempo)  attinte proprio dalla carta specializzata. Solo una visione angustamente accademica, quando non snobistica, aveva sino ad oggi impedito l’incontro tra questi due mondi, che La Cro.S.S. si propone di fondere organicamente, garantendo comunque – sempre – la qualità e serietà del proprio approfondimento e della propria divulgazione storico-sportiva.
L’Associazione dispiegherà la sua azione attraverso l’organizzazione/promozione di convegni, conferenze, dibattiti, studi, ricerche, corsi di promozione con una particolare attenzione rivolta alle giovani generazioni, alle scuole, università e all’associazionismo sportivo. Un progetto ambizioso, ma sicuramente perseguibile con il sostegno di tutte quelle risorse e energie di cui l’universo sportivo diffuso è ricchissimo.

La Cro.S.S. è dedicata a Marco Cassani, giornalista della Gazzetta dello Sport, mancato a soli 45 anni per un’emorragia cerebrale mentre stava sciando a Pontedilegno (BS) il 29 dicembre del 1979. Nato a Milano il 27 dicembre del 1934 si era dedicato sin da giovane al giornalismo sportivo entrando in Gazzetta il 1° giugno 1960. Nei vent’anni di attività si era occupato di atletica leggera (era anche direttore della rivista Atletica Leggera), sport invernali, alpinismo per poi passare al basket di cui è stato responsabile per molti anni (collaborava anche con I Giganti del Basket e Play Basket). Grazie alla sensibilità dei suoi direttori riusciva a portare in prima pagina le criticità dello sport di base e dell’educazione fisica. Era presidente dell’AGIB (associazione giornalisti italiani basket), vice presidente dell’associazione europea giornalisti basket e consigliere del gruppo lombardo giornalisti sportivi. I primi passi da giornalista in gioventù li aveva svolti a Il Campione, settimanale di Davide Laiolo e Felice Borel che si onorava di firme prestigiose provenienti anche dal mondo della letteratura da Pratolini, a Fusco, a Comisso. Sulle pagine della Gazzetta del 30 dicembre 1979 i suoi colleghi lo definivano “scrittore garbato, preciso, competente, di singolare misura nella polemica, incapace di vere inimicizie sia pure dialettiche…in Gazzetta, passando per l’atletica, era arrivato al basket e ne aveva salito la grande parabola commentandone i successi, le glorie e le esagerazioni sino a diventare una delle voci più ascoltate e più autorevoli.” 

Ringraziamo per la collaborazione:

Il prof. Silvano Mombelli, purtroppo mancato lo scorso settembre (2020) che ha per anni curato il sito www.scuolaesport.it e il suo collaboratore prof. Bruno Mantovani. Mombelli è stato, e Mantovani lo è ancora oggi, la memoria storica dell’educazione fisica e dell’attività sportiva scolastica sia in Italia, sia a livello internazionale.

Il Prof. Alberto Delle Fave che ha curato la raccolta di poesie e racconti legati allo Sport di grandi poeti e scrittori italiani di cui pubblicheremo le opere.

La dott.ssa Monica Riva che ha realizzato e impostato il sito.

Lo scrittore e architetto Raffaele Geminiani:

Foto www.lucanava.com /

Dopo le giovanili esperienze sportive di mezzofondista, per diversi anni atleta della Pro Patria allenato da Giorgio Rondelli, si è successivamente laureato in architettura con specializzazione museografica. Architetto – design, da sempre impegnato nell’ambito della grafica, insieme al fratello Dario, nel triennio 2010/2012, sono considerati tra i migliori dieci grafici mondiali nella rassegna Top Application Award. Attualmente il duo D&R Geminiani si è specializzato nella progettazione grafica per i brand dell’alta moda e del lusso. Nel 2013 pubblica il romanzo thriller sportivo “Ventitré Ventitré” che in brevissimo tempo attira l’attenzione di oltre 350.000 navigatori in rete e di cui si occupano testate giornalistiche e reti televisive. Nel febbraio del 2017, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Milano, comincia una nuova esperienza divenendo autore e conduttore del talk show sportivo teatrale IL RE E’ NUDO, che viene inaugurato proprio da Marcello Cuttitta. IL RE E’ NUDO che, nel corso dei tre anni successivi, ha visto alternarsi sul palco del teatro degli Olmi di Milano autentiche icone dello sport italiano e internazionale e decine di migliaia di spettatori, ha consentito a Geminiani di essere candidato all’Ambrogino d’Oro nel 2018. Nel 2019 ha condotto la prima edizione italiana del Woman Sport Festival tenutasi nella prestigiosa location dell’Arena di Milano.

La Dirigente, i docenti e gli studenti dell’Istituto Galilei-Luxemburg di Milano per l’ottimo lavoro di scannerizzazione di alcuni articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *